Purtroppo patologie come la carie e la parodontite (l’infiammazione che causa una perdita di attacco dei denti, la loro mobilità e successiva caduta), se non trattate possono portare all’endetulismo, cioè la perdita di uno o più denti.

Fortunatamente la moderna terapia dentale ci dà la possibilità di sostituire i denti mancanti con protesi fisse che ridanno al paziente la piena funzionalità della bocca.

Queste protesi fisse vengono comunemente chiamate “impianti dentali” e la branca della odontoiatria che se ne occupa è l’implantologia.

Gli impianti dentali oggi sono molto diffusi perché sono la cosa più vicina ai denti naturali e sani. Essi permettono di vivere normalmente perché, a differenza delle protesi mobili, gli impianti dentali danno la possibilità di mangiare, parlare, ridere e godersi tutti i piaceri della vita senza preoccuparsi dei denti.

L’impianto dentale e composto da una “radice artificiale”, simile ad una vite, fatta in Titanio. Questa radice viene inserita da un dottore specializzato all’interno dell’osso e dopo un periodo variabile, da alcune settimane ad alcuni mesi, la vite si salda con l’osso. Questo processo di unione tra osso e impianto si chiama osteointegrazione ed è un processo naturale stimolato dalla forma stessa della vite e dal materiale di cui è composta.

Una volta che la vite si è saldata con l’osso viene montato un connettore, chiamato con il termine “abutment”, a cui vengono montate una o più corone. Le corone non sono nient’altro che i denti sintetici che sostituiscono quelli naturali, e sono realizzate su misura per abbinarsi ai denti naturali, o per sostituirli completamente, adattandosi perfettamente alla naturale forma della bocca.

Queste corone possono essere fatte di diversi materiali e devono essere costruite da laboratori specializzati in modo da ripristinare le piene funzionalità dei denti in maniera corretta.

Allo stesso modo il dentista che installa questi impianti deve essere un medico specializzato e, soprattutto, con una grande esperienza nell’implantologia. Infatti c’è una grande differenza tra “il dentista che installa un impianto” e “il medico esperto di implantologia”. Gli impianti dentali non sono adatti a tutti i pazienti e sono sistemi complessi che richiedono, per essere installati, formazione, specializzazione, esperienza, serietà e professionalità. Un impianto di qualità scadente o installato in maniera sbagliata porta, dopo pochi mesi, alla perdita dell’impianto e dell’osso che lo sostiene con l’impossibilità di sostituire poi l’impianto stesso.

Nella nostra clinica sia il nostro laboratorio, che i medici che operano chirurgicamente per l’implantologia, hanno una esperienza di migliaia di impianti realizzati in circa venti anni di attività. Questo insieme alla qualità dei materiali utilizzati ci danno una percentuale di riuscita nelle cure implantologiche del 98% di successi.